La mia storia di recupero dalla fibromialgia – Ricostruzione del benessere

  1. Homepage
  2. Benessere
  3. Fibromialgia
  4. Fibromialgia dal Mondo
  5. La mia storia di recupero dalla fibromialgia - Ricostruzione del benessere
La mia storia di recupero dalla fibromialgia – Ricostruzione del benessere

La mia storia di recupero dalla fibromialgia – Ricostruzione del benessere


È passato un po’ di tempo dall’ultima volta che ho parlato della mia storia sulla fibromialgia. Soprattutto sul recupero. Ho bloggato, scritto libri e condotto seminari per più di 20 anni. Pertanto, la mia storia di guarigione da una malattia cronica è una vecchia notizia per me. Ma per alcuni di voi potrebbe essere una novità. Che sia nuovo o un ripasso, ecco una breve versione del percorso che ho intrapreso dalla malattia cronica al benessere cronico.

Mi chiamo Sue Ingebretson. Sono un autore, relatore, blogger, coach per il recupero dalla fibromialgia e un esempio vivente di come può essere il recupero da una malattia cronica. Potresti conoscermi dal mio blog, RebuildingWellness, o i miei libriFibroWHYalgia, Torna a Whack (e il Torna alla cartella di lavoro di Whack), E Colorazione cronica.

Potresti anche conoscermi dai miei post sui social media su Facebook, Twitter, Pinterest, Instagram o LinkedIn.

Ma molto tempo fa, quando, prima che qualcuno mi conoscesse nel mondo dei fibromi, ero malato… molto malato. Poi sono guarito. Il mio percorso di guarigione non è stato certamente semplice. Ma in realtà non era neanche così complicato.

Storia del recupero della #fibromialgia Clicca per twittare

Lasciatemi spiegare. Sono testarda e tenace. Quando la mia salute stava andando fuori controllo nei primi anni 2000, volevo sapere PERCHÉ. I miei medici mi hanno detto che dovevo accettare che presto sarei stato disabile. Avevo bisogno dell’assistenza di un bastone per camminare e mi è stato detto che la prossima sarebbe stata una sedia per scooter. Ho fatto ricerche su qualsiasi cosa potessi trovare sulla guarigione da malattie croniche. Allora le risorse erano scarse. Ho scoperto che c’erano NO esempi di guarigione da ciò che i medici mi dicevano di fare: prendere farmaci, provare la terapia fisica, ecc. Ho letto molto sulla “gestione” dei miei sintomi, ma perché non riuscivo a trovare informazioni su come eliminarli?

Pensare fuori dagli schemi è diventata la mia nuova passione.

La prima storia di guarigione che ho trovato riguardava una donna che ha invertito i suoi sintomi di artrite reumatoide cambiando la sua dieta. Ero affascinato da questa idea apparentemente inverosimile. Anche se non sapevo niente di nutrizione, volevo saperne di più.

Ho studiato informazioni curative su nutrizione, movimento del corpo/esercizio fisico, disintossicazione e gestione dello stress. Ho scoperto sempre più storie che hanno alimentato la mia passione. Anche se pensavo che molto di quello che stavo leggendo sembrava folle, ho pensato: “Cosa ho da perdere?” Ho approfondito la ricerca, scoprendo nuovi trattamenti e protocolli. Ho sperimentato su me stesso costantemente. Sono rimasto scioccato nel vedere subito alcuni miglioramenti. Altri hanno impiegato più tempo. Ma alla fine, ho visto risultati drammatici dai cambiamenti che ho apportato.

Non potevo negarlo. Stavo guarendo dall’interno verso l’esterno.

Ho iniziato con la nutrizione e ho scoperto di avere una sensibilità alimentare in abbondanza. Ero ignaro di questo. E nessuno l’ha mai menzionato prima. Dopo aver cambiato la mia dieta ho iniziato a sentirmi meglio. Da lì, è stata una progressione naturale iniziare a fare esercizio. Mi sentivo semplicemente meglio e avevo voglia di muovere il mio corpo in modo sano. Ho iniziato lentamente. Ho camminato, fatto tai chi, yoga, ecc. Dopo altri sei mesi circa, ho capito la necessità di migliori pratiche di gestione dello stress. Ho imparato come i miei livelli di stress fossero legati al mio pensiero negativo e alle riacutizzazioni dei sintomi.

Ho chiamato questo percorso di guarigione, il Restoration Trio.

Certo, questo è solo un frammento del mio viaggio, ma in poche parole è tutto.

Ora, salvo specifici problemi a breve termine, vivo senza dolore dal 90 al 95% delle volte. Ad essere onesto, non sono sicuro di essere davvero completamente privo di dolore o se sono così abituato a come ci si sente, che non me ne accorgo più. Qualunque cosa sia, non importa dal momento che non mi impedisce di fare quello che voglio fare.

La mia diagnosi di fibromialgia è scomparsa? Sono guarito? No. Fibro è il mio sistema personale di controllo ed equilibrio. I miei piccoli mini razzi si presentano per farmi sapere che qualcosa non è in equilibrio. Che si tratti di cibo, fitness o stress. Quando il mio collo e le mie spalle iniziano a sentire quel familiare peso e tensione, so che devo prestare attenzione. Agisco per mitigare il bagliore Prima può peggiorare.

Ho trasformato la mia salute da malattia cronica a benessere cronico. Ecco chi sono oggi. Oltre ad essere una scrittrice e coach della salute, sono anche una mamma e una nonna. Alcuni dicono che sono un fanatico della salute. Ma non lo saresti anche tu? Sono entusiasta di condividere la grande notizia della salute e della guarigione con gli altri. È semplicemente miracoloso sperimentare la guarigione dall’interno verso l’esterno. E lo voglio per te.

Paragonare chi ero vent’anni fa a chi sono oggi è a dir poco miracoloso. Non mi riferisco solo alla mia guarigione fisica. Sono una persona completamente diversa. E, per questo, sarò eternamente grato. Sono grato per le lezioni che ho imparato dalla mia malattia cronica. So che non li avrei imparati in nessun altro modo.

Quando il mio dolore era al massimo, non stavo ascoltando ciò di cui il mio corpo aveva veramente bisogno. Non riuscivo a sentirlo per tutto il rumore. Lo capisco ora quando lo vedo negli altri. A volte la guarigione non inizia finché non siamo veramente pronti.

Quindi questa è la mia domanda per te oggi.

Siete pronti?

Vorresti guida, supporto e incoraggiamento? Il mio percorso è stato tutt’altro che semplice. Ho fatto tutto da solo e ora so che le cose hanno richiesto molto più tempo del dovuto. Lavorare con un coach per il recupero dalla fibromialgia può sicuramente semplificare il tuo percorso e fornirti spinte costanti, gentili e tanto necessarie lungo il percorso.

Fai clic sulla scheda Lavora con Sue oggi e iniziamo. E, non esitate a contattarmi con domande. Sono qui per aiutarti.

Autore Avatar

Lascia un commento